Gnocchi di seitan pasticciati

Standard

Questo piatto è nato dopo il tentativo di preparare un seitan scicquando l’impasto solamente una volta, lasciando quindi gran parte dell’amido. Alla fine non si potrebbe nemmeno definire seitan… ^^
Ogni volta che ho provato a fare il seitan mi è sempre risultato spugnosissimo a fine cottura, c’è chi lo preferisce così ma a me proprio non piace.
Il procedimento per fare il seitan classico lo trovate qui, di seguito invece c’è il metodo che ho utilizzato l’ultima volta.

Ingredienti per il “seitan”:

Mezzo kg di farina manitoba
Acqua tiepida
Brodo vegetale
Spezie e aromi a piacere

Ingredienti per il sugo:

Polpa di pomodoro
100 ml di panna vegetale
Una cipolla
Olio, sale, pepe, noce moscata

Preparazione:

Impastare la manitoba con l’acqua tiepida fino a ottenere un impasto morbido. Porlo in una ciotola, ricoprirlo con acqua fredda e lasciarlo riposare per un’ora.
Cambiare l’acqua della ciotola (sempre fredda) e lavorarvi l’impasto premendo bene. Quando l’acqua sarà completamente bianca a causa dell’amido rilasciato, togliere l’impasto, allargarlo un pò e arricchirlo con spezie o erbe. Compattarlo il più possibile (risulterà molto morbido) e avvolgerlo in un telo di cotone bianco, chiuderlo a caramella con dello spago da cucina e metterlo a bollire nel brodo per 40 minuti circa. A differenza della procedura tradizionale per il seitan, che prevede di farlo raffreddare nel brodo, io l’ho tirato fuori 10 minuti dopo aver spento il fuoco. E’ risultato compatto, a causa dell’amido che vi era rimasto, ma morbido. Il peso finale è risultato di 1,1 kg.

Soffriggere la cipolla tritata in un poco di olio, versare la polpa di pomodoro, aggiustare di sale e pepe e cuocere a fuoco basso per 5-10 minuti. Aggiungere 300 gr di “seitan” tagliato a cubetti e amalgamare bene. Cuocere per altri due minuti e aggiungere la panna. Mescolare delicatamente per un altro paio di minuti, spegnere il fuoco e spolverare con della noce moscata.

Con queste dosi mi sono venute due porzioni, la consistenza è esattamente come quella degli gnocchi di patate. Il resto del “seitan” l’ho conservato in frigo immerso nel brodo di cottura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...