Archivi categoria: Impasti base

Pan di Spagna

Standard

Ingredienti:

200 gr di farina 00
150 gr di frumina (amido di frumento)
110 gr di margarina a temperatura ambiente
170 gr di zucchero
250 ml di latte vegetale a temperatura ambiente
una bustina di lievito

Preparazione:

Lavorare, a mano o con le fruste, la margarina con lo zucchero. Setacciare la farina e la frumina e aggiungerle gradualmente al composto di margarina; l’impasto sarà piuttosto granuloso.
Unire, poco per volta, il latte e per ultimo il lievito. Infornare a 150° dai 20 ai 30 minuti.

L’impasto risulta bello soffice e morbido.
Un esempio di come lo utilizzo è qui.

Annunci

Pasta frolla

Standard

Questa è la ricetta che uso quasi sempre per le crostate o per fare dei biscottini semplici. Quella nella foto è una crostata con marmellata di albicocche, la ricetta completa è qui.

Ingredienti:

300 gr di farina
100 gr di zucchero
200 gr di margarina ammorbidita a pezzetti
1 pizzico di sale
aroma a piacere (io uso quello al rum, anche mezzo bicchierino di liquore va bene)
latte vegetale (se serve)

Preparazione:

Miscelare la farina con lo zucchero e il sale. Porre la margarina al centro e impastare velocemente con le mani. Verso la fine unire l’aroma. Se la consistenza dovesse risultare troppo secca aggiungere un pò di latte vegetale. Formare una palla, avvolgerla in un telo pulito e porla in frigo per un’oretta, dopodiché sarà pronta per essere cotta come preferite.
Una volta cotto l’impasto è friabile e molto leggero.

Per una crostata il tempo di cottura varia dai 20 ai 30 minuti a 175° circa, mentre per dei biscotti bastano 10-12 minuti.

Pasta sfoglia

Standard

Ingredienti:

500 gr di farina 00
500 gr di burro vegetale
sale
acqua qb

Preparazione:

Impastare 300/350 gr di farina con acqua fredda in cui si sarà sciolto un pizzico di sale, formare una palla, avvolgerla in un canovaccio umido e porla in frigo per un quarto d’ora.
Nel frattempo impastare la restante farina col burro ammorbidito tagliato a pezzi. Sarebbe meglio impastare velocemente in modo da non scaldare troppo il burro, in caso contrario è consigliato tenere anche questo impasto in frigo per 15 minuti almeno.
Riprendere il primo impasto e stenderlo in forma (più o meno) quadrata, porvi al centro l’impasto di burro e ripiegare sopra di esso gli angoli del primo impasto. Col mattarello cominciare a stendere la sfoglia partendo dal centro e salendo piano verso l’alto, poi, sempre dal centro, dirigersi verso il basso, procedendo in questo modo prima verso l’alto e poi verso il basso, non troppo velocemente, in modo che i due impasti si incorporino bene.
Quando la sfoglia avrà triplicato la lunghezza piegare un’estremità portandola verso il centro e ripiegare l’altra su di essa. Porre il panetto così com’è in frigo per 20 minuti.

Riprendere il panetto e, tenendolo con le piege rivolte verso di noi, ripetere l’operazione di stesura allo stesso modo. Ripiegare nuovamente la sfoglia in 3 e rimettere in frigo altri 20 minuti.

Quest’operazione va fatta in tutto per 5 volte, quindi, a questo punto, occorre ristendere la pasta per altre 3 volte.

A questo punto la pasta sfoglia è pronta, con queste dosi ne vengono circa 1300 gr. Va conservata in frigorifero fino al momento dell’utilizzo, ma se non la si vuole utilizzare subito (o ne serve solo una parte) è possibile congelarla avvolta nella pellicola trasparente.

Impasto base per dolci e salati

Standard

Questa ricetta l’avevo trovata tempo fa sul libro “1000 ricette di cucina vegetariana” di Laura Rangoni.
La preparazione è semplicissima e il risultato è una via di mezzo tra una pasta sfoglia e una pasta brisée e si mantiene piuttosto morbida. E’ molto versatile, io la utilizzo per fare strudel, pasticcini, stuzzichini, torte salate, ecc…

Ingredienti:

300 gr di farina
150 gr di margarina
1 dl d’acqua
un pizzico di sale

Tagliare la margarina fredda di frigo a pezzetti e metterla in un pentolino con l’acqua. Portare ad ebollizione a fuoco basso. Versare subito sulla farina mescolata al sale e cominciare ad impastare con un cucchiaio di legno. Appena il composto si intiepidisce lavorare con le mani e formare una palla. L’impasto è pronto.
Si può conservare in frigorifero per 2 o 3 giorni, probabilmente anche di più ma non mi è mai successo.

Esempi di come la utilizzo sono qui e qui.